Perché scegliere un’auto elettrica? Il settore della mobilità rappresenta uno dei primi da stravolgere per arrivare ad una vera e propria svolta green

Perché scegliere un’auto elettrica?

Il settore della mobilità rappresenta uno dei primi da stravolgere per arrivare ad una vera e propria svolta green

 

Uno dei primi tasselli per iniziare una vera e propria svolta green è la mobilità: il settore dei trasporti è responsabile del 30% delle emissioni inquinanti in Europa mentre il 60% deriva dal traffico di autovetture su strada. Per molti paesi dell’Unione l’incoraggiamento a comportamenti più ecologici è rappresentato dal potenziamento dei trasporti pubblici, ma un’altra via da seguire per i singoli cittadini è quella del passaggio alle auto elettriche. Queste autovetture si affidano all’energia prodotta da una batteria ricaricabile a litio anziché alla combustione di benzina o diesel, fornendo così un mezzo per diminuire drasticamente la nostra carbon footprint. La tecnologia fa passi da gigante in questo campo, aumentando sempre più l’autonomia delle macchine elettriche e diminuendo il tempo necessario per la ricarica; ma quali sono realmente i vantaggi della scelta dell’elettrico rispetto ad una più classica automobile alimentata a diesel o benzina?

Nell’ultimo anno le auto ibride o elettriche vendute nel nostro continente sono 1 su 5.

Lo Stato italiano ha cominciato nel marzo 2019 ad incoraggiarne l’acquisto attraverso i cosiddetti “ecobonus”, incentivi dai 4000 ai 6000 euro destinati gli italiani che immatricolano un’automobile di questo tipo, escluse quelle considerate “di lusso”, cioè con un prezzo di listino oltre i 54.900 euro IVA inclusa. All’Ecobonus si è aggiunto nel 2021 un ulteriore emendamento che permette a chi possiede un ISEE inferiore a 30mila euro di ottenere un contributo del 40% per l’acquisto di auto elettriche fino a 30mila euro più IVA. Ma i vantaggi delle auto elettriche non si fermano agli incentivi statali, andiamo quindi ad elencarne alcuni fra i più notevoli:

1-Risparmio sul costo del carburante

Il motore elettrico elimina il costo della benzina o del diesel e lo sostituisce con l’elettricità: un “pieno” per l’auto elettrica varia a seconda della capacità della batteria, ma basti pensare che sono sufficienti 27 euro per ricaricare completamente una batteria da 60 kWh in grado di percorrere 385 km.

2-Guida meno rumorosa

Le auto elettriche sono molto silenziose sia in partenza che in movimento ed influiscono perciò in modo positivo sull’inquinamento acustico.

4-Migliore accelerazione

Se le auto elettriche sono in grado di raggiungere quasi la medesima velocità di quelle a diesel o benzina, il discorso cambia per quanto riguarda l’accelerazione, molto più rapida nelle prime: nell’elettrico non è necessario infatti aspettare qualche secondo prima che il motore raggiunga la sua potenza massima.

5-Facili da usare

I veicoli elettrici non sono dotati di cambio e frizione, si guidano semplicemente con freno ed acceleratore, evitando al guidatore (specialmente in città) l’utilizzo continuo del pedale per muoversi nel traffico.

6-Più efficienti

I motori elettrici utilizzano una percentuale maggiore dell’energia che ricevono rispetto ai motori a combustione: se i primi consumano da 0,15 a 0,25 kWh per chilometro percorso, i secondi superano addirittura gli 0,5 kWh/km.

7-Minori costi di manutenzione

In generale, i motori elettrici hanno una struttura meno complessa di quelli a combustione: sono infatti privi cambio, filtri dell’olio e cinghia di distribuzione. È per questo che necessitano di meno manutenzione e sono meno inclini a rompersi.

8-Ampia rete di ricarica

In Italia ci sono già più di 13mila punti di ricarica con accesso pubblico e queste infrastrutture stanno crescendo a un tasso del circa +40% all’anno.

9-Accesso alle ZTL (zone a traffico limitato)

Le auto elettriche possono circolare nella ZTL ed in alcune città, come Roma per esempio, possono parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu.

10-Impatto ambientale ridotto

I motori elettrici non emettono gas inquinanti nell’atmosfera. Anche gli ibridi rappresentano una soluzione migliore dei classici motori a diesel o benzina, in quanto il motore a combustione non rimane sempre in funzione.

Quest’ultimo punto, in particolare, ci aiuta ad evidenziare quanto promuovere il passaggio ai veicoli a batteria sia fondamentale per l’UE, che si è posta l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas inquinanti del 55% entro il 2030.

Print Friendly, PDF & Email