Utility e Formazione. Tutte le opportunità offerte da Fonservizi

formazione-aula

Si è appena chiuso per Fonservizi, Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua nei Servizi Pubblici Locali, un anno ricco di iniziative dedicate alla formazione e pensate per la crescita delle aziende aderenti: un 2023 in cui il Fondo ha avuto modo di sperimentare e ampliare la propria mission con un’offerta formativa dedicata e centrata sulle politiche attive del lavoro.

Formazione intesa sempre più non solo come qualificazione e riqualificazione dei lavoratori ma come sistema di welfare, per garantire il benessere delle persone che già lavorano e assicurare facilità di accesso, nel mercato del lavoro, a chi è alla ricerca di un’occupazione.

In questo scenario e alla luce della programmazione dell’offerta formativa di Fonservizi per il 2024, abbiamo chiesto al Direttore di Fonservizi, Avv.to Stefania Tomaro, di delineare le nuove strategie del fondo per supportare la crescita delle aziende aderenti.

 

Il 2024 per Fonservizi è iniziato con il lancio di un nuovo bando a evidenza pubblica, l’Avviso 01_2024, per ampliare l’offerta formativa, di cosa si tratta?

L’Avviso 01_2024 è stato pubblicato il 22 gennaio scorso e intende dare nuovo slancio all’offerta formativa di Fonservizi, per garantire alle aziende aderenti nuove opportunità di crescita e sviluppo attraverso la formazione. Si tratta di un avviso di tipo “generalista”, cioè un bando a evidenza pubblica in cui le tematiche oggetto degli interventi formativi vengono scelte liberamente dalle aziende aderenti in base alla rilevazione del proprio fabbisogno interno. Con questo avviso inoltre abbiamo voluto dare la possibilità di presentare tutte le tipologie di piani formativi: da quelli individuali, cuciti su misura rispetto alle necessità del singolo lavoratore, ai piani settoriali e territoriali, in cui l’aggregazione delle aziende beneficiarie dipende da fabbisogni formativi comuni correlati rispettivamente al settore e al comparto produttivo di riferimento oppure alla collocazione territoriale delle realtà produttive interessate.

 

Chi può partecipare all’Avviso 01_2024 ?

L’Avviso 01_2024  è dedicato a tutte le aziende aderenti a Fonservizi entro la data di presentazione dei piani formativi. La partecipazione è aperta anche alle aziende con il Conto Formazione Aziendale (CFA) attivo con l’opzione di accantonamento delle risorse pari al 70 % del versato.

 

Qual’ è l’importo messo a bando con l’Avviso 01_2024?

Con l’avviso 01_2024 Fonservizi mette a bando 1.750.000,00 euro per il consolidamento e lo sviluppo dell’occupabilità, dell’adattabilità e delle competenze dei lavoratori e per garantire la crescita della capacità competitiva delle imprese. Queste risorse non verranno suddivise tra i comparti produttivi ai quali si rivolge il Fondo, ma verranno assegnate sulla base di un’unica graduatoria nazionale correlata al punteggio assegnato ai piani formativi.

 

A chi si rivolge Fonservizi e perché è fondamentale puntare sulla formazione?

Fonservizi è il Fondo Interprofessionale di riferimento delle aziende che erogano servizi di pubblica utilità; è stato istituito con l’obiettivo di dare supporto formativo a settori core come quelli rappresentati dai servizi pubblici, acqua, energia, rifiuti, trasporti, socio sanitario.

Un macro ambito in forte transizione, che ci vede protagonisti come fondo paritetico e bilaterale nella rappresentanza sindacale e datoriale. Proprio per questa peculiarità, il fondo è in grado di intercettare i bisogni delle aziende e rappresenta un ausilio importante per la crescita del personale delle imprese aderenti. In questo contesto le utility stanno cambiando velocemente pelle, sia per la rapida evoluzione delle tecnologie sia per il contesto normativo e regolatorio che impatta fortemente sulle competenze delle singole persone e quindi complessivamente sulle aziende.

Come è noto l’adesione ai Fondi Interprofessionali è libera: qualsiasi azienda può aderire a qualsiasi fondo; non ci sono vincoli legati né all’area di attività delle aziende né al CCNL applicato ai lavoratori delle stesse. L’unico vincolo è credere nel valore della formazione.

 

Che cosa significa formazione per Fonservizi ?

Fonservizi crede molto nella formazione e ha sviluppato la propria offerta formativa partendo dalla consapevolezza che l’approccio culturale delle aziende e dei lavoratori alla formazione abbia subìto negli ultimi anni un radicale cambiamento.

Le aziende nostre aderenti vivono il momento della formazione come strettamente correlato alle strategie aziendali e alle necessità di migliorare il proprio posizionamento sul mercato.

Crediamo che la formazione debba connettersi strutturalmente ai percorsi aziendali, sia per accompagnarli nei momenti di ristrutturazione che per agevolare l’acquisizione di competenze da parte dei lavoratori che sono parte integrante di quegli stessi percorsi aziendali.

Non più formazione vista solo come obbligo ma formazione intesa come percorso di crescita individuale, vissuto in soluzione di continuità rispetto alle necessità aziendali: tutto questo non può che avvenire pensando la formazione come momento di interazione dinamico e continuativo dei processi interni alle aziende.

 

Quali sono gli strumenti messi a disposizione da Fonservizi per finanziare la formazione?

In particolare sono due canali i finanziamento: il principale è il Conto Formazione Aziendale (CFA) dedicato alle aziende medio grandi; la sua attivazione, facoltativa da parte dell’azienda, consente di accantonare il 70 o l’80% del versato per la formazione dei propri dipendenti. Nel caso in cui l’azienda decidesse di attivare il CFA con opzione di accantonamento al 70 %, disporrebbe di tre anni per l’utilizzo delle risorse accantonate e contestualmente potrebbe partecipare al sistema solidaristico degli avvisi a evidenza pubblica. Nel caso in cui invece l’azienda attivasse il CFA con opzione di accantonamento delle risorse all’80%, allora avrebbe a disposizione due anni per l’utilizzo delle stesse e non potrebbe partecipare al sistema degli avvisi pubblici.

Gli avvisi a evidenza pubblica sono il secondo canale di finanziamento della formazione previsto da Fonservizi. Si tratta di veri e propri bandi che con procedura competitiva assegnano risorse per il finanziamento di piani formativi condivisi. Ogni avviso ha le proprie regole fissate sia nel testo del bando che nel regolamento di gestione e attuazione dei piani formativi; e le proprie tempistiche da rispettare.

 

Quali sono le date salienti da fissare rispetto all’Avviso 01_2024 ?

Il prossimo 25 marzo sarà attiva la piattaforma per la presentazione dei piani formativi in risposta all’avviso 01_2024. Sarà quindi possibile registrarsi alla piattaforma dedicata per ottenere user id e password di accesso al sistema. I piani formativi potranno essere presentati entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 24 aprile 2024. Successivamente all’invio telematico del piano formativo, la piattaforma comunicherà in automatico a Fonservizi e al Soggetto Presentatore l’avvenuta presentazione e il codice identificativo del Piano. Tutte le informazioni di dettaglio sono pubblicate sul sito www.fonservizi.it

 

Che tipo di rapporto instaura Fonservizi con le imprese per stare al passo con un mercato del lavoro in continua evoluzione?

Si tratta di un rapporto one to one nell’approccio e costante nella tipologia di interazione; le aziende vengono monitorate continuamente per individuare i bisogni e adattare l’offerta formativa a quei bisogni. Fonservizi non si occupa di erogare la formazione ma mette a disposizione delle aziende le risorse per attuare i percorsi formativi di cui hanno bisogno proponendo una formazione mirata rispetto all’evoluzione dei mercati. È assolutamente necessaria quindi un’interlocuzione costante sia con il mondo delle aziende che con quello dei lavoratori, con una visione a medio e lungo termine; mettendo in rapporto le tecnicalità riferite ai settori e gli obiettivi che ci si prefigge di ottenere. Spesso il gap culturale delle nostre aziende in alcuni ambiti è enorme rispetto ad altri Paesi, ma se vogliamo crescere e diventare un Nazione sempre più avanzata è assolutamente necessario aumentare gli investimenti in capitale umano e formazione.

Fonservizi cerca di mettere in equilibrio, attraverso un’adeguata formazione, le esigenze dettate dall’urgenza operativa con quella della pianificazione dei servizi e delle prestazioni attese. È fondamentale unire le due anime per trasformare i servizi pubblici in una grande opportunità di crescita per il Paese.

PUBBLICATO IL
6 Marzo 2024

Condividi:

media correlati