Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Sostenibilità e servizi. Interessi convergenti

Firenze

Di Emanuele Martinelli

Perseguire obiettivi di sostenibilità nelle strategie di investimento significa dare la giusta importanza all’impatto dei cambiamenti climatici sui modelli di business delle imprese ma pure, naturalmente, sulla vita dei cittadini. Affrontare le sfide della sostenibilità presupporrebbe la necessità di ragionare secondo prospettive di lungo termine, per creare valore e aprire nuovi mercati migliorando l’efficienza operativa; soprattutto quando si parla di servizi che andranno a impattare su territori, città, quartieri, edifici. Sostenibilità che richiama orizzonti di ampio respiro e necessità al tempo stesso per gli operatori di lavorare sul breve e medio periodo, tenendo in equilibrio due archi temporali solo apparentemente lontani. Di certo servono oggi risposte rapide con servizi performanti, come quelli di cui parleremo durante l’evento del 14 dicembre a Firenze, su cui sensibilizzare soggetti i cui tempi di reazione non sempre sono altrettanti veloci pur essendo chiari i bisogni che presentano. Mi riferisco per esempio a pubbliche amministrazioni o amministratori di condomini chiamati a rappresentare i cittadini e i loro interessi per una miglior gestione di edifici pubblici e privati, compreso l’utilizzo ottimale della risorsa idrica. Far convergere gli interessi delle diverse parti è da questo punto di vista l’obiettivo che dobbiamo tutti porci, anche noi comunicatori. I temi che attraversano la sostenibilità nell’industria idrica, dell’efficienza energetica, dell’introduzione di smart meter e di strumenti avanzati su infrastrutture complesse, dovrà nel tempo attraversare le sensibilità di tutte le parti in causa. Se non sarà così ci accorgeremo delle conseguenze solamente attraverso fatti traumatici causati in particolare dai cambiamenti climatici. Vero è che fuori dalle emergenze tendiamo a dimenticare e continuiamo a “guardare le città come organismi compiuti, con territori definiti e sistemi organizzativi identificabili; mentre città e territori sono un insieme intricato di reti di connessione con soggetti che tengono un equilibrio precario in un sistema a crescente complessità” (Interessante il saggio in merito “Seeing like a city”, Ash Amin e Nigel Thrift). Chi ha più cultura in merito e capacità operativa dovrà agire per primo; per poi arrivare a sensibilizzare i cittadini, parte fragile di questo processo in divenire.

PUBBLICATO IL
6 Dicembre 2023

Condividi:

media correlati