Martedì 8 giugno, la Giornata Mondiale degli oceani

Martedì 8 giugno è la Giornata Mondiale degli oceani, diverse le iniziative organizzate e tra queste Nickelodeon, il brand di intrattenimento per bambini e ragazzi, spicca per la fantasia nel coinvolgimento dei più piccoli.

Iniziato ormai 9 anni fa l’impegno dell’emittente televisiva, nel 2020 ha portato alla realizzazione de il “Manifesto della Generazione Blu con SpongeBob”, nato per aiutare le nuove generazioni ad avere una sensibilità maggiore nei confronti del Pianeta, grazie alla famosa spugna cartoon che fa da testimonial. Il documento è composto dalle 9 lettere che formano il nome “SpongeBob” e parla di gentilezza, di natura, di attenzione allo spreco e alla raccolta differenziata, di trasporti ecologici e di unione, di come tutti insieme si può, ancora di più, fare la differenza.

La capacità del brand è proprio quella di creare contenuti, non lineari ma sempre più orizzontali, per abbracciare un pubblico più vasto e che sempre più si muove su piattaforme di comunicazione diverse, dalla tv, ai social, fino al mare.

A partire da questo manifesto sono nate una serie di iniziative tra cui il progetto “Tra passato e futuro: verso la Generazione Oceano”, promosso da Ioc-Unesco nell’ambito del Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile (gli anni tra il 2021 e il 2030 sono stati dichiarati dalle Nazioni Unite “il decennio delle scienze del mare per lo Sviluppo Sostenibile”, mirando a smuovere la comunità scientifica, i governi ma anche i singoli cittadini ad un programma comune di ricerca e di innovazione tecnologica per un oceano sano e pulito).

Sull’Isola de La Maddalena, in Sardegna, la spugna cartoon più famosa, insieme a Nickelodeon oggi presenta il suo impegno per il mare italiano attraverso un simpatico video in cui mostra dei semplici gesti quotidiani da compiere per salvaguardare le distese d’acqua. L’acqua è vita, è fonte di cibo, energia e commercio. Habitat di biodiversità e specie animali e vegetali, ma persino di interi ecosistemi.

L’Italia vanta quasi 7500 km di coste, un patrimonio da preservare e di cui essere consapevoli.

Proprio per questo è necessario educare al rispetto dell’oceano fin da subito, da qui l’idea di Nickelodeon di coinvolgere i più piccoli attraverso l’utilizzo di un cartone animato estremamente amato.

Anche il Porto Antico di Genova oggi sarà sede di un’importante iniziativa correlata, sarà inaugurato il primo Seabin sponsorizzato Nickelodeon e SpongeBob, un vero e proprio cestino del mare. Il progetto vuole tutelare la salute dell’acqua attraverso la raccolta di rifiuti galleggianti, incluse plastiche e microplastiche, nelle acque e nei porti, sia della marina che dei circoli nautici, promuovendo un modello di economia e di consumi circolare capace di ridurre, riutilizzare e riciclare i rifiuti. Questo strumento permetterà di raccogliere dalla superficie dell’acqua circa 1,5 kg di detriti al giorno e sarà in funzione ogni giorno ad ogni ora, 24 ore su 24.

Print Friendly, PDF & Email