Forum Cig 2020. Il sistema multi – gas, la forza dell’energia

Sicurezza Innovazione Sostenibilità

Lo scenario energetico sostenibile pone già da tempo problematiche di natura tecnica sulle quali la normazione nazionale ed europea è sempre più attiva. Abbattere le barriere normative e regolamentari per abilitare sui sistemi esistenti i nuovi gas rinnovabili è uno dei principali obiettivi. Compatibilità qualitativa dei nuovi gas rispetto al GN, sicurezza nell’immissione degli stessi nei sistemi di trasporto, stoccaggio e distribuzione, odorizzabilità, telemisura e telegestione, cyber security anche per i nuovi gas sono temi in cui gli enti normatori europei stanno lavorando nel revisionare e adattare il set normativo che dovrà sostenere ed efficientare lo sviluppo industriale

Ma anche l’utilizzazione dei gas deve accelerare sulla via dei nuovi gas compreso l’idrogeno. La UNI EN 437, norma base per la certificazione degli apparecchi a gas che definisce le loro prestazioni in funzione delle famiglie di GN che li alimentano, deve rapidamente allargare tale spettro di alimentazioni al mix idrogeno-GN. La Sicurezza nell’utilizzo dei gas avrà un suo momento dedicato, in cui novità legislative, normative aggiornate e nuovi progetti di innovazione in atto nel settore domestico verranno presentati e dibattuti.

Il ruolo del CIG, tramite il Forum annuale, è fare il punto sullo stato dell’arte e sui prevedibili sviluppi del sistema integrato Multi-gas, nei suoi vari aspetti rilevanti. A questo importante focus normativo si aggiungerà quest’anno uno spazio dedicato alla ricerca e innovazione tecnologica dedicata ai nuovi gas.

Al centro del FORUM, quest’anno per la prima volta suddiviso in due giornate correlate che si svolgeranno su due piazze diverse, c’è il Sistema Multi Gas, ormai realtà non solo nazionale, che con l’aiuto delle tecnologie innovative e della ricerca sistemica, offre soluzioni intelligenti e legate agli asset esistenti per il cammino di decarbonizzazione energetica intrapreso; biometano, , idrogeno in blending con il gas naturale fossile o rinnovabile oppure tal quale proveniente da FER, syngas e bioGNL, giocheranno nei prossimi anni ma già da oggi un ruolo essenziale per aggiungere flessibilità al sistema elettrico, per la mobilità sostenibile o per lo stoccaggio dell’elettricità in eccesso da FER. Progressivamente si avrà una riduzione della componente di GN fossile in rete che anche in corrispondenza di un crescente grado di efficienza energetica ed a un contenimento dei consumi gas in alcuni settori a progressiva elettrificazione, consentirà il raggiungimento degli obiettivi descritti nel PNIEC nazionale, il cui ultimo aggiornamento è stato spedito alla Commissione UE a gennaio 2020.

Il Forum UNI CIG vuole entrare più operativamente in questo tema, proponendo costruttivamente scenari fattibili di un Hub della ricerca gas da attuarsi con gli strumenti esistenti, che le Istituzioni possono attivare anche per il gas e con l’aiuto degli stakeholders pubblici e privati già operativi con progetti di grande interesse ma non integrati tra loro: un ultimo esempio è costituito dall’iniziativa ARERA per favorire progetti pilota di efficientamento gestionale dei sistemi di trasporto e distribuzione gas in ottica di sostenibilità ed economia circolare.

Sul fronte dell’efficientamento dei sistemi di trasporto e distribuzione esistenti, il FORUM si concentrerà sulla digitalizzazione, la difesa dai cyber attacks e la conformità ai nuovi provvedimenti legislativi inerenti la sicurezza informatica, il monitoraggio e mitigazione delle perdite, la sicurezza d’uso.

 

>> Per approfondimenti visita il sito cig.it e iscriviti alla newsletter:

La prima giornata – 26 maggio 2020 – si terrà presso il Centro Svizzero (Camera di Commercio Svizzera in Italia) in zona centrale, e verrà dedicata con taglio tecnico ai temi della digitalizzazione dei sistemi infrastrutturali, della cyber security; degli aspetti concreti ossia realizzativi riguardanti i nuovi gas come l’idrogeno, il biometano ed infine il GNL; della sicurezza che sempre caratterizza l’attività normativa del CIG.

La seconda giornata – 10 novembre 2020 – si terrà presso il Royal hotel Carlton in vicinanza della Stazione ferroviaria, e sarà dedicata più specificatamente agli aspetti di scenario energetico relativi agli sviluppi degli obiettivi sanciti dal Piano nazionale integrato Energia e Clima, con l’ambizione di fare il punto sul ruolo e sullo stato dell’arte della potenzialità del sistema multi-gas, e del motore costituito dall’innovazione tecnologica e dalla ricerca scientifica.

Print Friendly, PDF & Email