Le autostrade dell’acqua: come affrontare le sfide del cambiamento climatico

acqua

Un gruppo di esperti qualificati guidato da Confservizi Veneto Friuli Venezia Giulia con il contributo di Livenza Tagliamento Acque, si riunirà martedì 21 maggio a Sesto al Reghena (PN) per affrontare uno dei temi di maggior criticità che il settore idrico e della salvaguardia ambientale oggi presentino.

Il cambiamento climatico in corso costringe gli operatori a muoversi consapevolmente attraverso azioni supportate da una nuova visione del problema con un approccio in grado di integrare le migliori soluzioni tecnologiche e di processo al fine di garantire la massima sicurezza idrica e ambientale.

Stiamo assistendo, a livello nazionale, a periodi di pioggia intensa alternati a cicli di siccità, variazioni che influenzano direttamente il flusso dei fiumi e le autostrade dell’acqua. Inoltre, in alcune regioni come Veneto e Friuli, le criticità aumentano per il livello del mare che minaccia zone costiere e pianure alluvionali o per il rapido scioglimento dei ghiacciai nelle regioni montuose che altera la morfologia dei fiumi influenzando la qualità dell’acqua stessa. Con un evidente impatto sulle infrastrutture idriche e quindi sulla sicurezza delle comunità e degli ecosistemi.

L’evento del 21 maggio affronterà dunque il tema con un approccio sistemico, multidisciplinare e avanzato, approfondendo processi, finanziamenti e regolazione, avanzando proposte da sottoporre a decisori istituzionali. I numerosi esperti presenti faranno ben comprendere che solo una gestione integrata e collaborativa delle autostrade dell’acqua potrà garantire un futuro sicuro e sostenibile alle generazioni presenti e future.

Programma

09.00 – Registrazione

09:30 – Saluto di benvenuto e avvio lavori

Andrea Vignaduzzo – Presidente Livenza Tagliamento Acque

Massimo Bettarello – Presidente Confservizi Veneto Friuli Venezia Giulia

09.50 – La gestione della risorsa idrica nello scenario dei cambiamenti climatici

Prof. Paolo Salandin – Università di Padova

10:10 – Reti e sistemi complessi: interconnesione, resilienza, vulnerabilità

Prof. Matteo Nicolini  – Università di Udine

10.30 – Gli estremi di pioggia in un clima che cambia: un’analisi del nordest italiano

Prof. Marco Borga – Università di Padova

10.50 – Coffee break

11.20 – Finanziamento delle opere sovra-ambito e riconoscimento in tariffa: il MTU-4 non basta

Prof Antonio Massarutto – Università di Udine

11.40 – Gestione delle risorse idriche alla luce dei cambiamenti climatici

Ing. Paolo De alti – Regione Friuli Venezia Giulia – Direttore del Servizio gestione risorse

12.00 – Case history “Per un Masterplan degli acquedotti del Veneto”

Ing. Massimo Cornaviera – Direttore Tecnico Viveracqua

12.15 Case history Masterplan Friuli Venezia Giulia

Ing. Massimo Battiston – Direttore CAFC

12.30 Tavola rotonda e conclusioni. Partecipano:

Ing. Marcello Del Ben – Direttore AUSIR

Ing. Massimiliano Campanelli – Direttore Consiglio di Bacino Laguna di Venezia

Avv. Monica Manto – Presidente Viveracqua

Ing. Giancarlo De Carlo – Direttore LTA

Ing. Roberto Gasparetto – Amministratore Delegato AcegasApsAmga

Dott. Andrea Razzini – Direttore Veritas

 

Modera: Emanuele Martinelli, Energia Media

INIZIO
21 Maggio 2024, 09:30
FINE
21 Maggio 2024, 13:30
LUOGO
Sala Conferenze di Livenza Tagliamento Acque spa in via Cornia 1b a Sesto al Reghena (PN)
ORGANIZZATORE
Energia Media, Confservizi Veneto Friuli Venezia Giulia
ISCRIZIONE
Richiesta

Condividi:

Eventi correlati

Cambiamento climatico e azioni di adattamento nel settore idrico

14 Maggio 2024

Cambiamento climatico e gestione dei sistemi di drenaggio urbano: un’evoluzione necessaria

1 Dicembre 2023

Riuso delle acque reflue depurate. Azioni prioritarie per la sostenibilità del Servizio Idrico Integrato

20 Luglio 2023

Water Utility Network – Decarbonizzazione, nuovi inquinanti e responsabilità estesa del produttore: il nuovo paradigma europeo per il Servizio Idrico in Europa

28 Febbraio 2023