Ingresso di Poste Italiane nel mercato dell’energia, il 2022 è l’anno che segnerà questa svolta

Ingresso di Poste Italiane nel mercato dell’energia, il 2022 è l’anno che segnerà questa svolta

 

Un nuovo obiettivo per  Poste Italiane, un piano strategico di quattro anni per crescere grazie al contributo di tutti i segmenti di business.

La piattaforma del gruppo si arricchirà in ambito telecomunicazioni, con l’offerta di connessione internet a banda larga fttp e con un nuovo approccio energy-fintech; il vero elemento innovativo è però rappresentato dall’ingresso, previsto per il 2022, nel mercato dell’energia, con un’offerta equa, competitiva e di semplice comprensione. L’amministratore delegato Matteo Del Fante annuncia:“l’obiettivo è essere tra i primi cinque operatori del settore in Italia entro il 2024, fine del nuovo piano quadriennale. Il punto di forza sarà una base clienti importante e leale, già legata a Poste per altri servizi di qualità. Ci sono tutti gli ingredienti per un successo, anche per il lancio della nuova offerta retail per gas e elettricità”.

L’ingresso di Poste Italiane nel mercato dell’energia è previsto con un’offerta 100% green. La società spiega di puntare sulla piena liberalizzazione del mercato dell’energia prevista dal 2023 rivolgendosi con un’opzione sicura per passare al mercato libero ad una platea di oltre il 40% dei clienti retail.
Il progetto prevede il breakeven nel 2024 ed un Ebit positivo nel 2025, con i primi 200 mila clienti nel 2022 per salire a 700 mila nel 2023, a 1,1 milioni nel 2024, ed a 1,5 milioni nel 2025. L’energia diventa così un nuovo pilastro del progetto di Poste Italiane, rilanciato dal piano strategico “2024 Sustain & Innovate”. Diventare il punto di accesso unico per tutte le esigenze quotidiane degli italiani, è questo l’auspicio del gruppo.

Il Piano di Poste prevede investimenti totali nel 2021-2024 per 3,1 miliardi €. QE, 19-03-21

Print Friendly, PDF & Email