Climate Change, per un mondo più sostenibile: Il Green Deal europeo

Oramai, nel 2020, la maggior parte della popolazione è consapevole che la società attuale, così come è pensata e strutturata, non sia più sostenibile.  Fenomeni come il riscaldamento globale, lo sfruttamento e l’esaurimento delle risorse e la conseguente distruzione di molti degli ecosistemi, hanno fatto sì che si stabilizzasse nella mente delle persone l’idea che qualcosa vada cambiato. In quest’ottica, l’Unione europea vuole diventare un punto di riferimento per la necessaria trasformazione verde che coinvolgerà tutti i settori della società  attraverso un piano: il Green Deal europeo.

di Bernardo Biscaretti Di Ruffia

 

L’aumento degli eventi metereologici estremi e il conseguente maggior degrado ambientale, entrambi dovuti ai cambiamenti climatici, hanno fatto sì che la comunità internazionale non potesse più limitarsi a prendere atto di tali cambiamenti, ma al contrario, che iniziasse anche a considerare seri provvedimenti, non più solo di facciata, riguardo a tali problematiche, vista anche la crescente sensibilità a tali tematiche da parte della popolazione. Tra i principali attori internazionali intenzionati ad affrontare seriamente i cambiamenti climatici e tutte le sue implicazioni, vi è sicuramente l’Unione europea. 

Sulla falsariga della vecchia Commissione 2014-2019 presieduta da Juncker la quale, nel novembre 2018, aveva presentato una visione strategica di lungo termine per ridurre le emissioni di gas a effetto serra entro il 2050, è seguita, in data 11 dicembre 2019, la prima azione concreta da parte della nuova Commissione 2019-2024 con a capo la tedesca Ursula von der Leyen. In tale data, infatti, la Commissione europea ha presentato alle altre istituzioni comunitarie una comunicazione intitolata “The European Green Deal”.  

Il Green Deal europeo è il primo passo ed il primo strumento messo a disposizione dall’UE agli Stati membri per poter trasformare la propria economia attuale, e complessivamente quella europea, in una più sostenibile, moderna, competitiva ed efficiente sotto il profilo delle risorse. 

L’obiettivo principale di tale provvedimento è quello di azzerare completamente le emissioni nette di gas a effetto serra dell’Unione europea entro il 2050. Per poter realizzare tale progetto è quindi fondamentale che la crescita economica venga completamente dissociata dallo sfruttamento delle risorse. 

Approfondisci sulla rivista online:

 

Seguici sulla pagina Sensitize World  dedicata alla sostenibilità

 

Print Friendly, PDF & Email