Maggior RPET e minor impronta ambientale

L’utilizzo di maggiore RPET, PET rigenerato proveniente dalla plastica riciclata, ha fatto registrare significativi progressi all’insegna della sostenibilità ambientale.
In tale ottica si inquadra l’impegno di San Benedetto che ha portato l’azienda veneta a sottoscrivere nel 2009 un accordo con il Ministero dell’Ambiente volto alla riduzione delle proprie emissioni di CO2 in tutto il ciclo produttivo con l’obiettivo finale di ridurle al minimo; traguardo raggiunto nel periodo 2008-2012 in cui sono stati tagliati, a parità di volumi, le emissioni complessive di CO2 del 19,4%. Uno dei fattori chiave di questo risultato è stata l’introduzione della nuova linea “Ecogreen, l’innovativa generazione di bottiglie che ha ricevuto dal Ministero dell’Ambiente il logo del Programma per la valutazione dell’impronta ambientale. Il 100% delle emissioni di CO2 dei formati della linea Ecogreen  sono neutralizzate attraverso l’acquisto di crediti di tipo VERs che finanziano progetti legati alla riduzione dei gas effetto serra.
All’interno della linea “Ecogreen” il formato da 1L Easy (esempio di bottiglia d’acqua con emissioni di CO2 compensate) è passata dal 30 al 50% di RPET, riducendo il fabbisogno di materia prima vergine e quindi di petrolio.

Print Friendly, PDF & Email