Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Smart Land – Grazie alla Città Metropolitana di Milano

maggio 22 - giugno 1

Smart Land:

Il progetto Smart Land Sud Est Milano circoscrive a 14 municipalità il territorio di intervento e si basa sulla condivisione di un’unica meta progettualità che coinvolge:
• 3 Municipalità promotrici: San Donato Milanese, Paullo, Melegnano, il cui protocollo di intenti è stato sottoscritto il 14 marzo;
• una cabina di regia, coordinata da Energia Media, che ha il compito di creare tutte le condizioni operative del progetto;
• più soggetti aderenti candidati (tramite atto di adesione al protocollo di intenti).

Energia Media ha messo a punto un modello strategico/operativo in grado di far convergere in progetti integrati infrastrutturali competenze, risorse, consensi, verticalizzazioni progettuali e fondi infrastrutturali sui territori non appartenenti agli agglomerati urbani.

 

Il quartiere lo recuperi con il buon vivere

«Un quartiere — afferma il sindaco Beppe Sala — lo recuperi con il buon vivere », e noi nel nostro piccolo non possiamo che essere d’accordo ed è quanto vediamo nel proseguimento dei progetti Smart Land sul territorio italiano. Proprio lo scorso 11 maggio in occasione del terzo appuntamento presso il Comune di Paullo, l’ingegnere Marcello Capra, rappresentante del MISE sosteneva come sempre più rilevanza debba assumere il distretto, o la porzione di territorio denominata da storia e vocazione propria, nel mettere a sistema tecnologie esistenti e nuove per valorizzare le proprie competenze.

In quest’ottica che obiettivo potrebbe assumersi la porzione (o distretto) Sud-Est Milano ricca di luoghi culturali, artistici e industriali, ma anche troppo spesso fonte di grandi progetti mai veramente attuati?

Caso vuole che il clame promosso dall’amministrazione comunale per il biennio 2016-2018 fosse: orientare il territorio verso la Smart Land e possiamo affermare che con sottoscrizione del protocollo da parte dei Sindaci e l’inizio del lavoro progettuale il biennio 2019-2021 potrebbe attuare quanto prefissato, almeno per quei Comuni che potremmo definire medie potenze esterne ai confini della Città Metropolitana (San Donato Milanese, San Giuliano, Melegnano, Paullo ecc..). Ma i dati affermano come la crescita e lo spostamento demografico di questi territori siano sempre più orientati dall’esterno verso la città e allora la necessità di un dialogo costruttivo fra interno e esterno Città diventa essenziale allo scopo di generale sviluppo. I progetti per la riqualifica dei quartieri di Corvetto, Omero, Rogoredo e Santa Giulia non mancano. Ultimo e molto interessante quello di Redo Milano che vede il coinvolgimento di A2A e Planet Smart City nella realizzazione di una micro città in using sociale di quasi 615 appartamenti tutti connessi a una rete diffusa di fibra ottica. Utilizzo del teleriscaldamento satellitare, così da contabilizza l’energia consumata dal singolo alloggio eliminando i costi delle dispersioni, monitorabili tramite apposita app. Il cuore di Redo Milano sarà costituito dagli spazi comuni, non solo interni ma anche esterni, come i 400 metri quadri di orti urbani, due aree gioco per bambini campo da basket. A cui si aggiungono, per completare la vocazione “verde”, 500 metri di piste ciclabili e 920 posti bici. Rimane da approfondire come poter lavorare in collaborazione fra città e interland per questo il ruolo e l’avvallo di Città Metropolitana al progetto Smart Land assume ruolo determinante.

Emanuela Bregni

 

Print Friendly, PDF & Email

Dettagli

Inizio:
maggio 22
Fine:
giugno 1
Categoria Evento:
Tag Evento: