Cremona sostenibile e digitalizzata. Tre progetti promossi da LGH

La comunità al centro nel piano di sviluppo promosso da LGH per il proprio territorio. Lo sviluppo industriale 2020-24  presentato, e in parte già attuato, da LGH, l’utility del Gruppo A2A con sede a Cremona e che opera sui territori del Sud Lombardia, ha posto al centro del proprio operato trasformazione energetica e economia circolare. Una spinta all’innovazione volta alla resilienza dei territori.

Si muovono quindi in questa prospettiva i tre grandi progetti avviati nel 2019 con la collaborazione di Bosh, Luxoft ed Elis, illustrati nel corso di ‘Cremona notte di luce’, l’evento dedicato alla città dal 20 al 21 giugno di cui Energia Media era media partner. Non a caso si tratta di azioni volte a rendere ancor più efficaci i servizi offerti per le comunità e per i territori e allo stesso tempo cercando di crearne di nuovi, tutto nell’ottica del paradigma Open Innovation – collaborazione tra le parti rendendo costruttivo il dialogo verso la definizione di obiettivi comuni con impatti positivi e benefici tangibili.

Un paradigma, quello dell’innovazione, che ha sempre saputo muove l’attenzione e l’operato di Lgh e che si arricchisce ora di partner strategici, al fine di poter concretizzare un pensiero glocal (Global&Local) soprattutto in accordo con le direttive proposte dall’Unione Europea tramite il Green New Deal. In quest’ottica Bosch, ELIS e Luxoft, nei diversi ambiti di competenza, rappresentano per know-how e visione i partner ideali in questa innovativa progettualità a favore delle comunità locali. 

I tre progetti illustrati nel weekend cremasco incentrati sull’ottimizzazione dei servizi pubblici ai cittadini:

MUWITS (Managing Urban Waste with an Intelligent Transportation System) è un progetto in corso di realizzazione che vede l’appoggio strategico dell’area Consulting & Labs di ELIS e Bosch.IO. Un sistema che, attraverso gli algoritmi di intelligenza artificiale basati sui big data raccolti nei sistemi IT di Linea Gestioni e sugli open data resi disponibili dai Comuni e da Regione Lombardia, si pone l’obiettivo di ottimizzare i percorsi stradali programmati per la raccolta dei rifiuti in termini di riduzione dei Km e ottimizzazione dei costi logistici di flotta. In sintesi un vantaggio in termini di inquinamento e ottimizzazione dei processi di lavoro.

Il progetto MINERVA, nato all’inizio del 2020 in collaborazione con Bosch.IO e Luxoft, si pone come obiettivo quello di sviluppare servizi innovativi a supporto delle strategie di resilienza delle comunità e del territorio. L’idea è quella di utilizzare i mezzi della raccolta dell’igiene urbana come vere e proprie sentinelle digitali grazie all’utilizzo di tecnologie legate al mondo dell’IoT (internet of things) e dell’intelligenza artificiale, al fine di:

  1. monitorare in maniera preventiva gli assets delle città (strade, tombini, caditoie, aiuole, ecc.)
  2. monitorare i livelli di inquinanti presenti in atmosfera con sensoristica a bordo mezzo a supporto della sensoristica fissa degli enti territoriali
  3. incrementare i livelli di raccolta differenziata introducendo nuovi modelli nell’ambito dell’economia circolare (es. paga per quello che butti) 
  4. ridurre i comportamenti scorretti “osservando” la presenza dei rifiuti a bordo strada

E-Comm@Cremona, si propone, invece, l’obiettivo di sviluppo di una vera e propria Energy Community nella città di Cremona, al fine di rendere energeticamente efficienti gli edifici della Pubblica Amministrazione e allo stesso tempo incrementando da un punto di vista tecnologico gli assets della città di Cremona.

 

Scarica il comunicato stampa

LGH – Media relations
Tel. (+39) 0372 802135 – Mob. (+39) 328 2740628
eMail: relazioniesterne@lgh.it

Credits ph Giovanni Canitano assistant Umberto Poto

Print Friendly, PDF & Email