Agricoltura Smart, analisi di un comparto con 450 milioni di motivi per crescere

Parlare di agricoltura oggi significa parlare di un comparto che muove da solo in Italia oltre 450 milioni di euro, con un incremento in termini di investimenti del 240%, solo negli ultimi due anni, e per il quale la Commissione Europea ha stanziato, prima dell’emergenza sanitaria del Coronavirus, il 37% dell’intero budget attraverso il progetto Green New Deal. Parlare di agricoltura oggi, soprattutto alla luce del Coronavirus, significa al tempo stesso pensare al reparto agroecologico nei prossimi decenni considerandone la necessità di sviluppo tecnologico anche alla luce dell’influenza devastante dei cambiamenti climatici che influenzano suolo e produzione.

Il webinar Smart Agriculture e nuove politiche territoriali è un evento che cade in un periodo storico particolare e che possiamo dire abbia saputo assumere i connotati di momento di confronto al fine di analizzare e approfondire un comparto, le sue sfaccettature da un punto di vista di sistema, ma anche tecnologico. Un appuntamento che ha avuto il merito di non soffermarsi esclusivamente sulle sole competenza tecnologiche in termini di produzione quindi, ma andare ad analizzare l’incidenza delle scelte, da un lato in modo mirato nei confronti dell’agricoltura di precisione attraverso la lettura dei dati di produttività, dall’altro in termini di integrazione di filiera, intendendo con questo termine l’utilizzo intelligente di processi allo scopo di migliorare condizioni di lavoro, resa, qualità produttiva, efficienza e sostenibilità  delle coltivazioni.

Abbiamo avuto la fortuna di avere con noi in questo dialogo, accompagnati da A2A Smart City, esponenti di esperienze d’avanguardia nel mondo agricolo, dall’Osservatorio Smart AgriFood del Politecnico di Milano, a imprese più o meno grandi in termini di fatturato, ma che hanno saputo fare dell’innovazione tecnologica applicata e della sostenibilità un grande vanto riconosciuto a livello nazionale.

 

 

Print Friendly, PDF & Email